Burkina Faso

Burkina faso carta politica

Popolazione Gli abitanti sono 16. 934.839 secondo gli ultimi dati disponibili delle Nazioni Unite del 2012, di cui 2.000.000 residenti nella capitale Ouagadougou.
Gruppi etnici

Il Burkina Faso è un vero e proprio incrocio di tantissimi popoli insediatisi in questo territorio in epoche e con provenienze diverse. È il Paese più ricco di gruppi etnici dell’intera Africa occidentale: ne conta infatti circa 70.

  • I mossi, che costituiscono il 48% dell’intera popolazione
  • I peul, che spartiscono il territorio con i tuareg e i bellah nel Nord del paese
  • I gourmantche che rappresentano circa il 5% della popolazione e vivono nella parte orientale del Paese
  • I kassena (normalmente definiti «gourounsìs» in lingua mooré) che vivono a sud-est della pianura mossi, fino alla frontiera con il Ghana
  • I lobi, i gan e i dagari, che si sono mantenuti di fede esclusivamente animista
  • I boussancé (bissa) al Sud sono il 4,4% della popolazione
  • Altri gruppi etnici significativi sono bobo, bobo fins, bou- aba, samo e dioula, che abitano la regione ovest del paese e ancora gouins, trouna, sénoufo, che vivono nella regione di Banfora e Kénédougou verso la frontiera del Mali e della Costa d’Avorio.
Lingue Il francese è la lingua ufficiale del paese.
Tuttavia, non è affatto la lingua più parlata in Burkina Faso e questo non solo perché vi sono ben 67 lingue locali e dialetti diffusi, ma soprattutto perché il francese è parlato soltanto da chi ha potuto frequentare la scuola. Le lingue più diffuse sono il mooré, lingua dell’etnia dei mossi; il dioula, parlato soprattutto nell’ovest; il gourmantché nell’est; il fulfuldé, la lingua dei nomadi peul, e il tamasheq, la lingua dei tuareg.
Religioni Animisti, coloro che praticano le credenze tradizionali 40%, musulmani 50%, cristiani 10%.
Sistema educativo L’istruzione è obbligatoria per i ragazzi tra i 7 e i 13 anni. Nonostante questo, e il fatto che sia gratuita al livello elementare, il tasso di alfabetizzazione è ancora molto basso: nel 2005 era solo del 28,5%. Tuttavia, negli ultimi anni si sono registrati importanti progressi, così come in quasi tutti i paesi dell’Africa sub-sahariana, dove dal 2000 ad oggi la scolarità primaria è aumentata del 36%.
Il Burkina Faso negli ultimi anni ha aumentato i finanziamenti all’istruzione dedicati all’alfabetizzazione e si sta concentrando su una politica di incentivi volta a ridurre la forte disparità nell’accesso all’istruzione primaria fra maschi e femmine (nel 2003 il tasso di scolarizzazione per le classi elementari era del 38,2% per le bambine e del 49,6% per i bambini). Si tratta di una battaglia difficile perché tradizionalmente la ragazza, al momento del matrimonio, lascia la casa paterna per andare a vivere con il marito presso la sua «famiglia allargata», per cui l’istruzione delle bambine viene vista spesso, specie da parte di genitori analfabeti, come un «investimento a perdere» perché loro non raccoglieranno i frutti di quanto seminato inviando le figlie a scuola. Negli ultimi tempi si registrano però notevoli progressi nell’accesso femminile all’istruzione, così come nell’alfabetizzazione degli adulti.
Sistema sanitario

Ad eccezione di alcune strutture sanitarie private di buona qualità presenti a Ouagadougou, le condizioni igieniche sono carenti e le strutture sanitarie generalmente di basso livello.

Sono numerose le malattie endemiche, soprattutto nelle zone rurali (colera, tifo, tubercolosi ecc.). La malaria è estesa su tutto il territorio e in alcuni casi è particolarmente grave. Diffuso l’AIDS, specie tra la popolazione giovanile e negli ambienti urbani.

Sistema legislativo e governativo Repubblica parlamentare dotata di una Costituzione approvata tramite referendum il 2 Giugno 1991 ed entrata in vigore 9 giorni dopo, modificata per l’ultima volta nel Gennaio 2002.
Il potere legislativo è affidato ad una assembleaunicamerale composta da 111 membri eletta da voto popolare ogni 5 anni.
La maggioranza è detenuta (73 seggi) dal Congresso per la Democrazia e Progresso (leader Roch Marc-Christian Kaboré).
Il capo di stato è Kaboré Roch Marc Christian. Il capo del governo è Thiéba Paul Kaba.
Sistema giudiziario Il sistema legale è basato sul modello francese con la Corte di Cassazione, Consiglio di Stato, Corte dei Conti, Consiglio Costituzionale.
Sistema militare I rami delle Forze Armate del Burkina Faso comprendono il suo Esercito, l’Aeronautica, la Gendarmeria Nazionale, la Polizia Nazionale, e la Milizia Popolare. Essendo un paese senza sbocco sul mare, il Burkina Faso non ha una marina militare.
Fonti

 

Aggiornamento situazione da dicembre 2015 ad aprile 2017

Annunci