Matrimonio Forzato in Africa

Il matrimonio forzato di donne e ragazze è ampiamente praticato nel continente africano.
Mentre in passato la pratica serviva prevalentemente per uno scopo culturale, il contesto dell’attuale crisi economica ha portato ad un aumento di matrimoni forzati a scopo di lucro di bambini. Infatti molti genitori stanno disperatamente cercando di guadagnare soldi dal fatto che hanno dei figli.
Le conseguenze del matrimonio forzato per le sue vittime e per le loro comunità sono dure, ma i paesi africani in genere fanno ben poco per affrontare la questione.

Un matrimonio forzato può essere definito come un matrimonio senza il pieno consenso delle due parti e dove la costrizione è un fattore centrale.
Un matrimonio forzato che coinvolge un bambino può comportare del sesso non consensuale, abusi emotivi e anche fisici. Purtroppo la maggior parte dei paesi africani non hanno una legislazione che vieta espressamente il matrimonio forzato, ma i matrimoni forzati di bambini, donne e adulti vulnerabili possono coinvolgere uno o più reati, come aggressione, sequestro di persona, stupro e addirittura omicidio. La maggioranza di questi casi coinvolge giovani donne di età compresa tra i 13 ei 30 anni, anche se ci sono prove che ben il 15% delle vittime sono di sesso maschile.

In Africa, il matrimonio precoce avviene comunemente in Burkina Faso, Camerun, Repubblica Centrafricana, Ciad, Guinea, Mali, Mozambico, Niger, e Uganda, dove oltre il 50% delle ragazze sono sposate all’età di 18 anni. Inoltre le statistiche mostrano che il matrimonio infantile è più diffuso tra i gruppi più poveri della società.

UN ASSORTIMENTO DI MOTIVAZIONI

In alcune società, la necessità di portare avanti le tradizioni ancestrali spinge i membri a mantenere le pratiche che la medicina moderna e le associazioni che proteggono i diritti umani considerano dannose per le ragazze e per le donne.
I motivi per perpetrare il matrimonio forzato risiedono nella conservazione della verginità delle ragazze al fine di onorare le loro famiglie e il loro futuro marito, nella prevenzione di immoralità che può avvenire attraverso il sesso prematrimoniale se le ragazze non si sono sposate abbastanza presto.

La povertà è un fattore critico che contribuisce al numero di matrimoni di bambini.
Dove la povertà è grave, una ragazza può essere considerata come un onere finanziario per i suoi genitori e può portare ad un matrimonio con un uomo molto più vecchio (a volte anche anziani). A volte le figlie sono utilizzate come merce di scambio per dissipare debiti o per ottenere beni.

CONSEGUENZE

Dal punto di vista della salute, le ragazze costrette a sposarsi a giovane età rimangono incinte prima che i loro corpi e i loro organi riproduttivi siano pienamente maturati. La povertà e la malnutrizione contribuiscono ad una crescita malsana, in particolare per quanto riguarda le ossa del bacino. Di conseguenza, molte donne e ragazze muoiono per complicazioni durante la gravidanza e il parto. Una buona assistenza prenatale e medica ridurrebbe il rischio di complicanze e di mortalità, ma di solito non hanno accesso ai servizi sanitari.
Oltre alle complicazioni legate alla gravidanza, le ragazze sposate sono esposte ad un alto rischio di contrarre l’HIV e l’AIDS, perché i loro mariti molto più vecchi possono essere già infettati da precedenti rapporti sessuali.
La violenza domestica è un’altra conseguenza dei matrimoni forzati. Molti paesi africani non hanno leggi che proibiscono ciò. Purtroppo il fatto che non esistano tali leggi dà ragione alla polizia di non tener conto dei reclami.
Altre conseguenze dei matrimoni forzati sono i danni psicologici, l’isolamento sociale e la mancanza di istruzione e di sviluppo personale. Le ragazze non hanno la maturità psicologica per essere pronte per le responsabilità di essere una moglie, partner sessuale e madre.

http://www.consultancyafrica.com/index.php?option=com_content&view=article&id=290:forced-marriage-in-africa-examining-the-disturbing-reality&catid=59:discussion-papers&Itemid=280

 

Annunci